Campagna di monitoraggio interdisciplinare presso il Comune di Riccione tenutasi il  24 giugno 2020

Campagna di monitoraggio interdisciplinare presso il Comune di Riccione tenutasi il 24 giugno 2020

Il 24 giugno un team di ingegneri, ecologi, biologi e geologi dell’ Università di Bologna, coordinati dalla Prof.ssa Renata Archetti, ha eseguito indagini su litorale ed in mare a Riccione.

Pubblicato: 03 luglio 2020 | Innovazione e ricerca

Gruppo STIMARE

Il giorno 24 giugno un team di ingegneri, ecologi, biologi e geologi di 3 dipartimenti dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, coordinati dalla prof.ssa Renata Archetti, ha eseguito misure simultanee e campionamenti su litorale ed in mare, presso la spiaggia libera di Riccione.

Si sono visti volare droni, navigare piccole imbarcazioni radiocomandate e dotate di sensori acustici per monitorare lo stato e la qualità del nostro mare, oltre alla acquisizione di informazioni sulla posizione della linea di riva in realtime da una mini-telecamera installata su una stazione di monitoraggio già da luglio 2019, filmati della vita sul fondale del mare e sulle opere di difesa presenti lungo questo tratto di costa.

Contestualmente presso i laboratori del DICAM, Università di Bologna, modelli sofisticati e rapidi hanno simulato le condizioni del mare del sito, quali le onde e le correnti, per una stima previsionale delle dinamiche di allagamento ed evoluzione costiera.

L’interdisciplinarietà negli studi dello stato del mare e della sua risposta locale anche in riferimento agli attesi cambiamenti climatici è un aspetto fondamentale per considerare la complessità dei fenomeni negli ambienti marini.

Il monitoraggio e la modellazione del mare e della dinamica delle spiagge sono passi necessari per una corretta e integrata gestione della fascia costiera, tanto importante in Romagna per gli usi turistici ma anche per la difesa dell’entroterra dagli allagamenti.

Riccione è il sito di studio di 2 importanti progetti di ricerca: STIMARE (Strategie Innovative per il Monitoraggio e Analisi del Rischio Erosione -www.progettostimare.it) finanziato dal MATTM, e TAO (Tecnologie per il monitorAggio cOstiero), finanziato dal POR-FESR 2014-2020.

Queste ricerche mirano a sperimentare tecniche nuove, meno convenzionali e a basso costo rispetto a quelle tradizionali, per il monitoraggio e la gestione della fascia costiera, temi che il Comune di Riccione condivide da tempo.

Torna su